para olimpiadi disabili

Le paralimpiadi: olimpiadi per disabili

Le olimpiadi per disabili o paralimpiadi sono un evento importante. Una gara sportiva che permette anche alle persone con disabilità di mettersi in gioco, di competere, e di raggiungere obbiettivi importanti.

Gli atleti disabili, come gli atleti normodotati, sono impegnati in un lungo periodo di preparazione, di allenamenti giornalieri, di diete, trattamenti fisici e spesso di recuperi da infortuni che possono determinare le loro carriere. La differenza non esiste se si parla di atleti, tutti devono seguire rigide regole per ottenere risultati importanti.

 

L’importanza delle paralimpiadi

«La Paralimpiade – scrive Simona Atzori, che danzò durante la cerimonia d’apertura delle Paralimpiadi Invernali di Torino 2006 – è il simbolo forte e grande dell’importanza di scegliere con determinazione nella nostra vita chi e cosa vogliamo essere. La vita è la musica di sottofondo, ma le parole, le immagini, le emozioni siamo noi a crearle, a danzarle, a dipingerle, a scriverle. Accendiamo la televisione e guardando questo grande evento, insieme diventiamo testimoni di questa potente scelta di vita. Una scelta che ogni giorno possiamo e dobbiamo fare tutti quanti noi»

 

In Italia, il comitato CIP, Comitato Italiano Paralimpico, riunisce tutti gli atleti con disabilità. Tra i più noti troviamo il campione automobilistico Alex Zanardi, la giovane Bebe Vio, la bellissima Giusy Versace e le velocissime Martina Caironi Annalisa Minetti.

 

La nascita delle paralimpiadi

1948: La storia delle paralimpiadi nasce nel lontano 1948 quando un neurochirurgo tedesco Ludwig Guttmann, direttore del centro delle lesioni spinali di Stoke Mandeville in Inghilterra, nell’anno delle Olimpiadi di Londra organizzò i primi giochi per persone disabili. A questa prima edizione presero parte 14 uomini e due donne con disabilità tutti di origine inglese. L’unica disciplina era tiro con l’arco.

1952: All’edizione successiva, nel 1952, prese parte anche una delegazione olandese, rendendo quindi i giochi internazionali.

1960: La prima vera edizione di giochi paralimpici si tenne a Roma

 

Le paralimpiadi in Italia

La prima edizione ufficiale delle paralimpiadi si svolse a Roma nel 1960. E’ l’8 settembre quando ben 400 atleti in carrozzina provenienti da 23 paesi sfilano davanti ad oltre 5 mila spettatori. Tra le tante discipline che furono praticate vi era: la pallacanestro, la scherma, il lancio del giavellotto, il biliardo, il tennis da tavolo e il tiro con l’arco.

Quell’anno l’italia conquistò 28 medaglie d’oro, 30 d’argento e 24 di bronzo.

 

Le paralimpiadi sono la forza della diversità nello sport

Le paralimpiadi nel tempo

La prima edizione ufficiale dei giochi paralimpici estivi si svolse nell’estate del 1960, e in seguito si tennero ogni 4 anni.

Nel 1976 furono introdotti anche i giochi paralimpici invernali.

Dal 1994 i giochi paralimpici invernali non si tengono più lo stesso anno degli estivi, ma si alternano ogni due anni negli anni.

 

Le paralimpiadi sono il sogno degli atleti diversamente abili

Qualche anno fa, il canale inglese Channel4 ha realizzato un promo di 65 fotogrammi per celebrare la forza di volontà, la determinazione e il talento delle persone che ogni giorno compiono gesti eccezionali. Il video intitolato “We are superhumans” (i superumani siamo noi) vede protagonisti atleti, musicisti, piloti, artisti, attori che insieme cantano sulle note della canzone “Yes, I can” di Sammy Davis.

🤩 📽️  Guarda il video: “Yes, I can”  📽️ 🤩

Nel video si vedono i protagonisti svolgere azioni di vita quotidiana come guidare una macchina, scrivere un testo su di un quaderno, cullare il proprio figlio, ballare.

Nonostante il tanto impegno a livello mondiale del Comitato Paraolimpico Internazionale per dare maggiore importanza alle Paralimpiadi la strada è ancora lunga e molto complicata. Ad oggi sono ancora eventi di serie B.

Le paralimpiadi 2021 a Tokyo

Quest’anno le paralimpiadi si terranno dal 24 agosto al 5 settembre a Tokyo.

Anche noi di Linea Oceano siamo pronti a tifare per i nostri atleti e gioire con loro per l’importante traguardo raggiunto, ovvero partecipare ad un evento internazionale.

paralimpiadi_tokyo

 


Linea Oceano da sempre a fianco delle persone con disabilità e difficoltà motorie, ha nella sua gamma di prodotti vasche con sportello e seduta alta e reclinata, maniglioni da parete, scooter, wc alto. Scopri di più nella pagina prodotti.

vasche con sportello Linea Oceano


Lascia i tuoi dati per ricevere informazioni, gratuitamente e senza impegno!

    Nome e Cognome*

    Regione o Stato*

    Numero di telefono*

    E-mail*

    * Campi richiesti

    Privacy Policy

    Ho letto il documento Privacy Policy sopra riportato ed esprimo il mio consenso al trattamento dei miei dati

    0 commenti

    Lascia un Commento

    Vuoi partecipare alla discussione?
    Sentitevi liberi di contribuire!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.