nonni adottivi

Nonni adottivi: da oggi si può adottare un anziano

I nonni hanno un ruolo fondamentale nella vita di un bambino. Da qualche anno ormai esistono vere e proprie associazioni che permettono di adottare un nonno.

 

A Milano ci sono diverse associazioni che permettono di adottare un nonno. Nel febbraio 2017 fu realizzata una campagna fondi. L’iniziativa dell’associazione Amici del Trivulzio onlus ha raccolto donazioni per aiutare gli anziani sufficientemente autonomi a vivere ancora nella propria casa, ma con assistenza e aiuto da parte di volontari che ogni giorno s’impegnano a svolgere compiti necessari per i “nonni” che si sono iscritti a questo programma.

Il progetto della Onlus si chiama “Adotta un nonno”, e a oggi conta poco più di 20 anziani che beneficiano dei servizi.

 

Due i programmi previsti da “Adotta un nonno”: IncontraMi e AccompagnaMi, il primo prevede la presa in carica di un anziano con visita a domicilio o in reparto mentre il secondo offre un accompagnamento agli anziani che hanno difficoltà a gestire appuntamenti o commissioni.

Con IncontraMi vengono organizzate varie attività dalla lettura di libri all’ascolto di musica o semplicemente un tè condiviso.

Linea Oceano – vasche con la porta per anziani e disabili

Per una persona sola, l’aiuto e il contatto con altre persone, rappresenta spesso già una medicina.

Il pacchetto AccompagnaMi prevede anche l’organizzazione del trasporto esterno con enti specializzati in trasporto di disabili.  I volontari sono a disponibili anche per accompagnare gli utenti a una semplice passeggiata al parco o in centro al paese.

 

Il presidente di Amici del Trivulzio onlus Luigi Ferrari racconta: “La nostra missione è di essere vicini agli anziani in condizioni di solitudine e fragilità sociale. L’iniziativa ‘Adotta un nonno’ rappresenta un importante tassello di questa missione, permettendo di inviare un tutor personale al domicilio dell’anziano bisognoso, per assisterlo e aiutarlo in modo affettuoso e personalizzato a seconda delle necessità”. – “Ringraziamo anche i 300 cittadini milanesi che con le loro donazioni hanno reso possibile l’avvio del progetto, e mi auguro che questo sia l’inizio di una grande iniziativa di solidarietà sociale che coinvolge la cittadinanza tutta nel solco della tradizionale generosità ambrosiana“. Ora l’idea è di ampliare il progetto, adottare più nonni.

 

L’iniziativa a dato modo che in alcune regioni, come il Veneto, fosse approvata una legge regionale per l’assistenza degli anziani, con un’ottica importante per non “dimenticarsi” di chi è stato importante per il paese, ed ora, non più giovane ha diritto ad assistenza.

 

Esperienze simili sono state svolte Lucca, nei comuni del Milanese e nell’Emilia Romagna, e andrebbero pubblicizzate e incoraggiate maggiormente. Esse rappresentano uno schiaffo all’individualismo imperante del mondo di oggi, che forma nuove generazioni incapaci loro malgrado di relazionarsi non solo tra fasce d’età diverse ma spesso addirittura con i propri coetanei.

 

Il progetto “Nonni in affido” prevede che coppie in pensione, famiglie con bambini, ma anche single desiderosi di regalare a chi ha bisogno qualche attimo della giornata, si rendano disponibili ad adottare un anziano.
WC elettronico giapponese

Per aderire a questo progetto come volontario viene richiesta una disponibilità minima di 2 / 3 volte alla settimana. Le attività da svolgere sono l’aiuto e sostegno nelle necessità quotidiane: la spesa, le commissioni, la farmacia, la compilazione di moduli o documenti, il ritiro di esami ma anche la passeggiata al parco o fino al bar del paese per incontrare gli amici.

Spesso questo servizio fa nascere vere e proprie amicizie, e dalle necessità quotidiane ci si ritrova a passare molto più tempo insieme, inviti al cinema, cene e anche gite fuori porta sono attività che spesso decidono di affrontare i nonni e i loro volontari.

La figura del nonno è necessaria e importante per la società, per i bambini che purtroppo si ritrovano senza nonni biologici questo servizio di nonni in affido è l’ideale. Raccontare favole, chiacchierare, uscire e andare al parco insieme, la complicità che si crea tra bambini e nonni è incredibile e così naturale.

 

Adottare un nonno vuol dire regalare un percorso di crescita ai propri figli. Ed è anche un’opportunità di far sentire vivi coloro che da tempo hanno passato gli “anta”. Ecco perché il progetto ha una sua valenza profonda: perché riavvicina intere generazioni, torna a essere il collante di una società che si sta perdendo.

Vasca con la porta Linea Oceano per disabili e anziani

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.