miss sedia rotelle

Miss Mondo su sedia a rotelle

Si è svolto il 7 ottobre 2018 a Varsavia in Polonia il primo concorso Miss Wheelchair WorldMiss Mondo in sedia a rotelle. Concorso internazionale bellezza dedicato alle ragazze in sedia a rotelle.

Il concorso Miss Mondo in sedia a rotelle è un importante traguardo per tutte le ragazze che hanno come compagna di vita una sedia a rotelle. L’obiettivo è quello di cambiare la percezione globale riguardo alle persone affette da disabilità.

La co-fondatrice del progetto e presidente della giuria, Katarzyna Wojtaszek-Ginalska, è molto soddisfatta del risultato ottenuto. Anche lei da anni è costretta a una sedia a rotelle, e ci dice:

«Non si tratta di premiare solo la bellezza – ha dichiarato Katarzyna – Certo, avere un bel viso aiuta, ma puntiamo molto sulla personalità delle ragazze, le loro attività quotidiane, il loro impegno, la loro vita sociale, i loro progetti. Lo scopo del concorso è cambiare l’immagine delle donne disabili, ma anche insistere sul fatto che in alcune parti del mondo la carrozzina rimane un lusso. Queste ragazze non hanno scelto di finire su una sedia a rotelle, ma il loro desiderio principale resta quello di essere considerate persone normali».

 

La concorrente Maria Diaz, 28 anni, professionista di tennis su sedie a rotelle ha spiegato:

«Non importa chi ha trionfato. Abbiamo trovato nuove amiche, sperimentato nuove esperienze. L’atmosfera è stata unica. Questa è la prima opportunità nel suo genere per dimostrare al mondo che riusciamo a fare veramente ciò che vogliamo»

La giovane si è aggiudicata i titoli «MissActivity» e «Miss Lifestyle Designers».

 

Miss Mondo Laura Miola

Tre le 25 finaliste del concorso Miss Wheelchair World c’è anche una ragazza a rappresentare il nostro bel paese: è Laura Miola, 27 anni, originaria della provincia di Latina. Bella, coraggiosa con un sorriso smagliante, ecco come si descrive Laura. Laura da 15 anni ha accanto a se Salvatore, da poco diventato suo marito, che la aiuta ad affrontare la vita. Ma la sua vita non è sempre stata facile, come ci spiega lei stessa:

«Sono nata con una neuropatia periferica genetica. Sapevo che prima o poi sarebbe successo, non quando. A scuola, nell’ora di educazione fisica mi stancavo prima dei compagni, non riuscivo a correre né a saltare. Mi sono dovuta arrendere prima alle stampelle e poi alla carrozzina, la mia “compagna di viaggio”.»

Laura non ha mai perso la forza di affrontare la vita con un sorriso, se sul suo cammino si pone un problema lei combatte, con il supporto della famiglia che la sostiene da sempre. Molte persone, ammirano Laura Miola per la sua forza di volontà e spesso le chiedono aiuto.

«Mi scrivono donne disabili o sovrappeso che si sentono private della propria femminilità, quasi condannate a un’esistenza senza le parole “estetica” e “sesso”. Non è così, siamo e restiamo donne. La vanità è donna. A causa della malattia, ho una manualità ridotta, ma sono bravissima con l’eye-liner, ho seguito un corso all’Accademia di trucco professionale a Roma. Sono un’appassionata di make-up. Con mio marito andiamo in palestra tre volte a settimana, faccio le sedute di fisioterapia e ogni sera mi strucco con prodotti naturali. Uso olio d’Argan per prevenire le rughe. Applico sui capelli maschere per tenerli forti e lucenti. Ognuno ha qualcosa di bello da valorizzare. Agli altri trasferisci l’immagine che hai di te stessa. Non devi permettere alla disabilità di definirti come persona.»

 

La vincitrice di miss mondo su sedia a rotelle

La vincitrice del concorso, eletta il 7 ottobre a Varsavia è Aleksandra Chichikova, prima Miss Mondo in sedia a rotelle. Aleksandra è bielorussa, ha 23 anni ed è una studentessa di psicologia. Si è posizionata davanti alle colleghe Lebohang Monyatsi, rappresentate del Sud Africa e Adriana Zawadzinska, rappresentanti Polonia.

 

Miss Wheelchiair Italia

Miss Wheelchair Italia è il primo concorso nazionale di bellezza per donne disabili in carrozzina. “La disabilità non è un’antitesi di bellezza” ha raccontato una delle due ideatrici del concorso. Francesca e Ornella Auriemma sono portavoce di questo slogan, per loro ogni donna ha il dovere di esprimersi secondo le proprie capacità, mettendo in luce i propri punti di forza, caratteriali ma anche fisici.

 

Una bella iniziativa, un traguardo per tutte le donne che affrontano la vita su una sedia a rotelle.

 

Linea Oceano è orgogliosa di questi traguardi e spera che questa iniziativa verrà riproposta negli anni, e che abbia il successo di un concorso per “normodotati”.

 

Visita il nostro sito e scopri tutti i prodotti di Linea Oceano     

vasche con sportello Linea Oceano

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.