Bagno disabili Ristrutturazione

Ristrutturare il bagno – i consigli di Linea Oceano

Bagno diversamente abili: come crearlo o ristrutturarlo

Se state progettando la creazione di un bagno per disabili o vi state informando su come ristrutturare il bagno non dovete perdere di vista le regole generali per il bagno diversamente abili. Rifare il bagno è un procedimento lungo e ricco di criticità, che vanno affrontate e gestite al meglio per non ritrovarsi, subito o dopo qualche mese, a pensare di aver sbagliato.

Anche se in casa non avete un disabile o non ci sono anziani che si spostano sulla sedia a rotelle è importante progettare il bagno seguendo le regole previste dalla normativa bagno disabili; qusto perché il vostro bagno acquisirà maggior valore e, in caso di compravendita, potrete certificare il rispetto della dimensione minima bagno disabili.

Nell’articolo di oggi vedremo dunque quali passaggi seguire per il rifacimento bagno e quali sono le regole da seguire per realizzare bagni per disabili.

Progettazione bagno disabili e ristrutturazione bagno disabili

Nella progettazione di un bagno a norma è necessario prima di tutto realizzare o rigenerare l’impianto idrico.

L’impianto idrico ha la funzione di portare le acque chiare verso i rubinetti e quelle scure verso gli scarichi fognari. In un impianto idrico i materiali utilizzati sono preventivamente il rame e il pvc. In particolare il PVC risulta oggi molto più utilizzato poiché resistente e igienico.

Il secondo passagio riguarderà l’eventuale rimozione dei sanitari vecchi o comunque la posa dei nuovi sanitari. La scelta dei prodotti dovrebbe riguardare pezzi sanitari certificati e adatti anche alle persone con disabilità. Fatevi consigliare nella scelta di vasche con porta, specchi reclinabili e lavabo dotati di maniglione. Il costo non differisce molto da quello necessario per acquistare arredobagno tradizionale, ma vi offrirà il vantaggio di migliorare l’accessibilità dei vostri spazi.

Può essere utile, inoltre, farsi consigliare gli ausili per disabili; si tratta di maniglioni di sostegno o sbarre da posizionare in punti strategici del bagno così da consentire alle persone con ridotta capacità di movimento di spostarsi nel bagno in tutta libertà.

Quanto costa rifare un bagno

I costi per la ristrutturazione di un bagno sono vari e oggi è possibile ristrutturare il bagno con poche migliaia di euro. Ricordate inoltre che i bagni disabili godono di agevolazioni fiscali e incentivi per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Installate una vasca con sportello per anziani e disabili. In questo modo darete al bagno un tocco funzionale e moderno, senza perdere di vista l’accessibilità e la funzionalità del bagno.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.