Pub accessibili, linee guida per rimuovere le barriere ed renderli fruibili a tutti.

Pub accessibili, “linee guida” per rimuovere le barriere e renderli fruibili a tutti.

Dalla Gran Bretagna arrivano le 6 parole chiave per i locali accessibili.

I pub, luogo simbolo dell’ospitalità e del tempo libero in Gran Bretagna, si stanno attrezzando per rimuovere barriere e divenire fruibili a tutti. “I pub sono per tutti. Perché essere accessibile è importante”: ne è convinta la British Beer and Pub Association, che ha pubblicato sul suo sito delle vere e proprie linee guida per l’accessibilità dei locali simbolo della Gran Bretagna. La guida mette in evidenza le varie fasi degli interventi necessari per garantire l’accessibilità dei locali: dalle rampe di accesso alla dimensione della porta, dai menù scritti in caratteri grandi ai segnali acustici. La guida sottolinea anche l’importanza della formazione del personale, per soddisfare le esigenze dei clienti con disabilità.

Nel’introduzione della guida si legge “I pub sono la casa dell’ospitalità e continuano a svolgere un ruolo fondamentale nelle comunità locali di tutto il paese. Sebbene la maggior parte siano piccoli locali un numero sempre crescente di questi sta cercando di rendersi accessibile, tramite aggiustamenti creativi ed innovativi. Che si tratti di una serata di musica dal vivo, di una birra con gli amici o di un pasto a tre portate, questi aggiustamenti stanno permettendo a sempre più persone di godere dei tanto amati pub britannici”. Come evidenzia l’associazione, non si tratta solo di un impegno socialmente ma anche ad operazione economicamente fruttuosa, dal momento che “oltre mezzo milione di turisti stranieri con problemi di salute o disabilità visitano l’Inghilterra ogni anno, spendendo intorno agli 0,3 miliardi di sterline”. L’associazione individua quindi i 6 “passi” verso l’accessibilità che questi locali possono compiere, se vogliono diventare davvero per tutti.

Primo, rampa rimovibile di accesso: “è un modo efficace per rendere l’ingresso più semplice possibile e potrebbe essere condivisa con gli altri punti vendita al dettaglio vicino”.

Secondo, installazione di “hearing loop”, ovvero sistemi acustici per persone con disabilità uditiva;

Terzo, menù stampati con caratteri grandi, più semplici da consultare per chi ha problemi di vista e non solo;

Quarto, “un servizio igienico accessibile è un valore aggiunto in qualsiasi pub e sarà un fattore chiave per attrarre chi ha esigenze speciali”;

Quinto, “garantire che il personale sia addestrato a soddisfare le esigenze dei clienti con disabilità e
sappia utilizzare gli strumenti dell’accessibilità presenti nel locale”;

Sesto, “assicurarsi che il percorso per il bar e il WC sia privo di ostacoli e facile da raggiungere”.

La guida ai “pub per tutti” è disponibile sul sito dell’associazione www.beerandpub.com

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.