operai anziani

Operai più anziani di tutta Europa

La popolazione lavorativa più anziana d’Europa è Italiana. La CGIA, Confederazione Generale Italiana degli Artigiani, secondo uno studio condotto nel 2016 ha stimato l’età media dei lavoratori italiani a 44 anni. Il che, riferito alla media Europea è più che preoccupante. L’età media lavorativa dei principali paesi dell’Unione Europea è di 42 anni.

Sempre dallo studio emerge che l’età media dei lavoratori italiani è salita di ben 5 anni dai primi anni ’90. Aumento attribuito al calo demografico e dell’allungamento dell’età media dei lavoratori.

L’ambiente di lavoro italiano è per gran parte popolato da over 50 e pochissimi giovani.

 

Il coordinatore dell’Ufficio studi della CGIA, dott. P. Zabeo commenta questi dati con preoccupazione: “Con pochi giovani e tante persone di una certa età ancora presenti nei luoghi di lavoro le nostre maestranze possono contare su una grande esperienza e un’elevata professionalità, tuttavia stanno riemergendo una serie di problemi che credevamo aver definitivamente superato. In primo luogo, sono tornati a crescere, soprattutto nei mestieri più pesanti e pericolosi, gli incidenti e la diffusione delle malattie professionali. In secondo luogo, il numero di attività caratterizzato da mansioni di routine è molto superiore al dato medio europeo. Con l’avvento dei nuovi processi di automazione e di robotica industriale rischiamo una riduzione di un’ampia fetta di lavoratori di una certa età con un livello di scolarizzazione medio – basso che, successivamente, sarà difficile reinserire nel mercato del lavoro”.

 

Sempre secondo lo studio condotto da CGIA in Italia i giovani sotto i 30 anni con un’occupazione stabile sono il 12% dei lavoratori. Dato che confrontato a paesi come Regno Unito con il 23,7%, Germania con il 19,5%, Francia con il 18,9%, Spagna con il 13,2 %, è preoccupante.

Se i lavoratori italiani sotto i 30 anni sono il 12%, quelli ultra 50enni sono il 34,1%.

 

Il segretario della CGIA, R.Mason afferma “Se oggi la discussione tra gli addetti ai lavori si concentra quasi esclusivamente sulle conseguenze immediate che l’avvento della tecnologia e dell’automazione ha sull’occupazione tuttavia devono essere considerati anche i cambiamenti di medio e lungo periodo indotti dalla combinazione dell’innovazione con gli andamenti demografici, segnati da una speranza di vita più lunga e dal calo delle nascite”.

 

Il quadro regionale mostra come l’età media più alta dei lavoratori Italiani è in Liguria, con un’età media di 45,5 anni; seguita da Sardegna (45,3 anni) e Calabria (44,7 anni). L’età media dei lavoratori Italiani più bassa è riscontrata in Lombardia e Veneto, con un’età media di 43,5 anni; seguita dal Trentino Alto Adige con un’età media di 43,2 anni ed Emilia Romagna.

 

Regioni come Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna sono le regioni che, da anni, hanno un tasso di assunzioni di giovani maggiore rispetto al resto dell’Italia.

 

Una volta terminata la fase di apprendimento – conclude Zabeo – questi giovani facevano qualche anno di lavoro come operai specializzati e successivamente decidevano di licenziarsi e di aprirsi la partita Iva, andando così a formare quell’esercito di artigiani e di piccoli imprenditori che hanno fatto la fortuna del nostro Paese”.

 

Per affrontare la giornata lavorativa al meglio è importante riposare bene.

Linea Oceano è diventata un concreto punto di riferimento per chi cerca la garanzia di un riposo di qualità sano e rigenerante. Prodotti dal design contemporaneo tanto confortevoli quanto funzionali, punto d’arrivo degli sviluppi della più attuale ricerca estetica ed ergonomica, da più di mezzo secolo di tradizione all’insegna del Made in Italy.

Noi di Linea Oceano ti consigliamo di scegliere un letto confortevole, come il modello con rete e materasso ortopedici:

Rete a motore Linea OceanoMaterassi e guanciali in lattice per anziani e disabili