water 342684 1920 1030x674

L’OMS conferma gli effetti salutari dell’Idroterapia.

Secondo il Rapporto Mondiale sull’Idroterapia, redatto con il supporto tecnico dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’idroterapia può portare molti benefici alle persone. 

Il documento, infatti, specifica che: “L’idroterapia, attirando e regolarizzando la produzione del calore vitale, esercita una grande influenza su tutte le funzioni dell’organismo: con essa si ottiene una decomposizione e ricostruzione rapida dei tessuti e un rinnovamento più pronto e più completo della sostanza organica”.

Si tratta di una pratica antica, legata da lungo tempo alla medicina alternativa, che usa l’acqua per donare una sensazione di benessere al corpo e alleviare alcuni disturbi. Recentemente le medicine tradizionali e non convenzionali (T&CM), come l’idroterapia e le cure termali abbinate all’acqua, sono state accettate dalla comunità scientifica.

Questo perché i benefici dell’acqua sono molteplici, soprattutto quando si alternano i getti freddi e caldi per idratare la pelle, rassodarla, migliorare la circolazione sanguigna e offrire una percezione di estrema leggerezza che fa bene non solo al corpo, ma anche alla mente. In questo articolo ti racconteremo meglio cos’è l’idroterapia, la sua storia e quali sono i suoi benefici.

Idroterapia: cos’è, quando nasce e cosa cura

Per definizione l’idroterapia è una pratica che sfrutta le proprietà dell’acqua per apportare benessere al fisico e alla mente, grazie a impacchi, docce e bagni. 

Le sue origini sono antichissime e già gli egizi, i greci e i romani usavano questa tecnica per rigenerare il corpo e lo spirito. Solo nel ‘700 e nell’800 ci si avvicina alla definizione moderna dell’idroterapia, grazie al medico ceco Vincent Priessnitz, pioniere della medicina naturale. Priessnitz creò ben 56 differenti terapie (dalle docce fredde alle spugnature, dalle garze bagnate alle vasche fredde) riuscendo a curare circa 40.000 pazienti. 

L’invenzione dell’idroterapia è però attribuita all’abate tedesco Sebastian Kneipp che scoprì gli effetti positivi dell’acqua sulla propria pelle. Malato di tubercolosi sin da ragazzo, si appassionò ai trattamenti naturali, cercando di curarsi da solo immergendosi nell’acqua fredda del Danubio. Studiò le reazioni del suo corpo all’acqua e agli stimoli termici, ampliando i suoi approfondimenti al movimento e all’alimentazione, per mettere a punto oltre 100 modalità per trattare le malattie con l’acqua.

Le sue tecniche erano principalmente basate sull’alternanza di acqua calda e fredda con fasciature, frizioni, getti e bagni parziali o completi con temperature decrescenti, oltre a pediluvi, bagni da seduti e docce abbinate anche alla pressione del getto. Insegnamenti – i suoi – che ancora oggi vengono utilizzati in diversi centri termali europei con ottimi risultati per il benessere psico-fisico e che, come vedremo, possono essere replicati anche a casa.

Quando l’acqua cura il corpo e la mente: i benefici dell’idroterapia

Come abbiamo visto, l’azione dell’acqua sul corpo genera numerosi benefici. In particolare:

  • L’acqua calda dilata i vasi sanguigni, aumenta la circolazione e stimola l’espulsione delle tossine dall’organismo. Favorisce il rilassamento, mentre tensione e stress vengono allontanati.
  • L’acqua fredda accelera la circolazione, il corpo brucia energia e i muscoli diventano più tonici. La pelle si rassoda e, dopo il bagno, ci si sente pieni di energia.

L’alternanza dell’acqua fredda e calda – attraverso docce, impacchi, spugnature o bagni – dona i migliori benefici. L’azione dell’acqua sul corpo, infatti – come specificato in un’intervista del Gruppo di ospedali privati San Donato alla dottoressa Lucia di Salvo, fisiatra agli Istituti Clinici Zucchi di Monza – attiva il microcircolo e i circoli collaterali degli arti inferiori, oltre a operare un effetto antiedemigeno (che limita la comparsa di edemi).

Queste pratiche solitamente vengono effettuate nei centri specializzati e termali, ma possono essere replicate anche a casa, utilizzando la doccia o la vasca. Un’idea può essere quella di aggiungere l’idromassaggio che, con i suoi getti, svolge un piacevole e tonificante massaggio su muscoli e articolazioni.

Idroterapia: in quali casi è consigliata?

In linea generale, le principali interpretazioni del meccanismo di azione dell’idroterapia dopo la scoperta di Sebastian Kneipp si basano sul fatto che l’organismo sviluppa un aumento di attività in tutte le funzioni depurative e assimilative. In questo senso, l’idroterapia è una vera e propria fonte di benessere sotto diversi punti di vista, apprezzata sia in campo medico che nella riabilitazione, come cita anche Anik, l’Associazione Nazionale Idrokinesiterapisti. 

L’idroterapia – da sola – non può curare le patologie, come sottolineato anche da Anik, ma è spesso consigliata come trattamento in abbinamento e supporto ai rimedi tradizionali. Per capire, poi, se è meglio un bagno in vasca, in doccia o affidarsi alle spugnature, è suggerito il parere di un terapeuta, anche perché questa tecnica non è consigliata a tutte le persone. Chi ha il diabete, un’infezione alla pelle o incontinenza, per esempio, deve prima parlarne con il proprio medico.

La cura dell’acqua: i vantaggi dell’idroterapia

Come abbiamo visto, l’idroterapia si basa su stimoli che possono essere meccanici (grazie alla pressione dell’acqua sul corpo); termici (con l’alternanza di acqua fredda e calda) e persino chimici perché, se all’acqua si aggiungono oli essenziali e sali, la pelle può ottenere maggiori benefici così come la mente, che si rilasserà ulteriormente grazie ad altra pratica naturale: l’aromaterapia

L’acqua che agisce sul proprio corpo è un vero toccasana che rilassa i muscoli e li tonifica. Tutto ciò senza contare l’effetto calmante. Ecco perché questo elemento naturale diventa essenziale anche per la riabilitazione e nell’idrokinesiterapia, che utilizza tecniche specifiche per ridurre il dolore, la contrattura muscolare e potenziare i muscoli, migliorando la coordinazione e ogni movimento. Tutti benefici che possono trovare spazio anche tra le mura di casa.

L’idroterapia a casa: provala in vasca da bagno

Abbiamo visto come l’acqua favorisca il benessere in molti modi, ma come si possono ottenere gli stessi benefici anche in un ambiente domestico? Per esempio utilizzando una vasca da bagno con seduta e con porta laterale. Un elemento che può essere facilmente inserito in qualsiasi bagno, utilizzato da tutta la famiglia in totale sicurezza e che permette l’ingresso facilitato per le persone con disabilità, anziane o che usano la carrozzina, grazie al completo affiancamento della sedia a rotelle. 

La permanenza in vasca diventa un momento di benessere e relax e si può scegliere se fare un pediluvio (riempiendo la vasca solo all’altezza dei piedi) o un bagno caldo per rilassarsi, attenuare i gonfiori, stimolare la circolazione sanguigna e linfatica. Per aumentare l’effetto benefico dell’acqua sul corpo si possono eseguire anche piccoli esercizi in vasca (ma solo su consiglio di un professionista laureato in Fisioterapia o in Scienze Motorie), magari aiutati con facilità da un familiare. Un’altra idea è quella di valutare la combinazione di vasca e idromassaggio che sfrutta la pressione dell’acqua per alleviare stati dolorosi e disturbi fisici. 

In Linea Oceano abbiamo studiato diverse soluzioni per migliorare il comfort delle persone e offrire loro strumenti per favorire l’autonomia in casa. La vasca Samoa, per esempio, offre comodità, sicurezza e, grazie al suo design moderno, si adatta a qualsiasi stile della casa. La seduta interna è ampia, alta 53 cm, e si adatta alle esigenze di ogni persona: permette un sicuro e rapido accesso anche grazie allo sportello con apertura esterna a 180 gradi. 

Spazi ridotti? Il modello Itaca può essere perfetto da collocare in un bagno piccolo. Le dimensioni si adattano a ogni spazio casalingo, senza rinunciare alla sicurezza e alla praticità d’utilizzo: l’accesso, anche questo caso, è sicuro e prevede una porta conica facile da rimuovere. Per godere al massimo dei benefici dell’idroterapia anche a casa puoi trasformare la vasca in una vera e propria Spa grazie all’integrazione con l’impianto idromassaggio aria-aria: un massaggio più delicato che si adatta a ogni fisico e ogni tipo di pelle, anche la più delicata.

Scopri i benefici dell’idroterapia in casa grazie a Linea Oceano

In Linea Oceano abbiamo pensato a vasche adatte a tutta la famiglia, sicure e facili da utilizzare da persone anziane, con disabilità, che usano la carrozzina o con difficoltà motorie. Scopri tutta la nostra linea e contattaci per un sopralluogo gratuito!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.