Le vasche con sportello per disabili, rientrano nelle detrazioni e contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche?

Vasche-per-anziani-prima-dopo

Ebbene sì! L’installazione di una vasca da bagno con sportello della Linea Oceano, è ritenuto un intervento congruo all’eliminazione delle barriere architettoniche a favore dell’handicap. Il vantaggio è dunque non solo nel comfort, nella sicurezza che possono garantire le vasche Linea Oceano, ma anche in fatto di aiuto economico. La scelta di una vasca da bagno per anziani e disabili, comporta infatti il rientro nella categoria delle installazioni che prevedono la richiesta di contributi e detrazioni per ristrutturazioni di ambienti in cui abitano persone con difficoltà motorie. Lo dichiara la legge n.13 1989 riferita a edifici pubblici e privati al fine dell’eliminazione delle barriere architettoniche.

Chi può usufruire delle agevolazioni previste per l’abbattimento delle barriere architettoniche?

Il contributo viene concesso a chiunque sia portatore di “menomazioni o limitazioni permanenti” che ne limitano la mobilità. Non solo quindi in casi di accertata invalidità totale o parziale, ma anche a chi soffre di un’accertata patologia che comporta difficoltà nei movimenti più usuali, l’entrare e l’uscire da una vasca da bagno per esempio. Le vasche con sportello Linea Oceano facilitano questi movimenti, abbattendo la ‘barriera’ dello scavalcamento e permettendo un accesso diretto anche dalla carrozzina: ecco il motivo per cui sono approvate dall’Associazione Italiana Paraplegici e sono riconosciute come autentici ausili sanitari indispensabili per offrire comodità e autonomia anche nelle operazioni di igiene personale.

Come usufruire delle detrazioni previste per l’abbattimento delle barriere architettoniche?

Occorre presentare domanda in carta da bollo al Sindaco del Comune dove è ubicato l’alloggio del richiedente prima che l’installazione sia effettuata. Entro il 1° marzo di ogni anno i comuni raccolgono le domande pervenute, ne verificano la sussistenza e le trasmettono agli uffici della Regione per farle rientrare nella dotazione finanziaria dei contributi relativi a quell’anno. Il servizio Linea Oceano prevede un’assistenza anche in queste importanti fasi a carattere burocratico: dall’esplicazioni delle modalità della richiesta al sostegno per la raccolta dei documenti necessari.

Quali sono i documenti necessari per usufruire delle detrazioni previste per l’abbattimento delle barriere architettoniche?

La guida alle agevolazioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche le prescrive con precisione:

-certificato medico di base attestante le cause della difficoltà a deambulare
-solo in caso di invalidità e/o disabilità certificato ASL
-la descrizione degli interventi che si intendono effettuare e l’entità sommaria della spesa: descrizione della vasca da installare e preventivo d’acquisto e installazione
-autocertificazione dell’ubicazione dell’immobile dove occorre collocare la vasca, degli ostacoli alla mobilità che hanno condotto alla ristrutturazione del bagno e alla scelta di una vasca con sportello. Necessaria la dichiarazione per affermare che gli interventi per cui si richiede il contributo non sono già stati realizzati, né sono in corso di esecuzione e quindi non sono stati concessi altri contributi.

Quando si può installare la nuova vasca e a quanto ammontano i contributi?

Non è necessario attendere la conclusione dell’iter amministrativo. Secondo il D.D.S. 15 dicembre 2009, n. 14032, il contributo coprirà l’intera spesa per costi fino a € 2.582,28. Aumenterà del 25% della spesa effettivamente sostenuta per costi da € 2.582,28 a € 12.911,42. E infine di un ulteriore 5% per costi da € 12.911,42 a € 51.645,69 fino a un contributo massimo totale di € 7.101,28.

A seguito della decisione di acquisto di una vasca con sportello Linea Oceano e di un sopralluogo senza impegno, il servizio di assistenza si metterà gratuitamente a disposizione per predisporre la documentazione necessaria a corredo della domanda da inoltrare all’amministrazione comunale fino alla completa gestione della pratica. E se saranno presenti tutti i requisiti per l’ottenimento di contributi e agevolazioni per barriere architettoniche introdotti dalla Legge n.13 del 1989, oltre all’applicazione di un’aliquota IVA agevolata, la vasca da bagno di Linea Oceano costerà dal 50 al 60% in meno.

Regione Lombardia: come ottenere i rimborsi

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.