Dimensionamento bagno disabili

Dimensionamento bagno

Dimensionamento bagno: come fare per dimensionare il bagno

Considerando gli spazi ridotti di molti alloggi moderni il rispetto delle dimensioni minime bagno diventa fondamentale per progettare un bagno funzionale e facilmente fruibile. La faccenda si complica, tuttavia, nel caso in cui in casa ci siano anziani o disabili. In questo caso vi ricordiamo che è necessario rispettare le regole sulla  dimensionamento bagno disabili.

Superficie minima bagno

Se state progettando il vostro nuovo bagno sappiate che la legislazione non prevede misure minime bagno. Tuttavia, alcuni comuni potrebbero aver adottato alcuni regolamenti autonomi legati alla misura minima bagno. Dunque, il nostro consiglio è quello di affidarvi ad uno specialista, o in alternativa, di consultare i regolamenti del vostro comune.

Quanto detto non vale invece per il bagno per disabili o anziani. In questo caso, il decreto per i lavori pubblici, ha stabilito le misure minime per un bagno che ospita soggetti che si muovono sulla sedia a ruote. Vediamo insieme quali sono le regole per il bagno per disabili. 

Dimensionamento bagno: dimensioni minime bagno

Gli aspetti da considerare per il bagno sono molti, vista la particolarità dell’ambiente.   Oltre alle distanze tra i vari elementi occorre tener conto della altezza minima interna dell’ambiente bagno che, in genere ,non può essere inferiore a 240 cm. La scelta della dimensione bagno più idonea deve essere fatta anche tenendo conto del numero di abitanti e delle loro caratteristiche. Nel caso in cui ci siano soggetti in carrozina, ad esempio, si rende necessario rispettare la dimensione minima bagno disabili.

Se è previsto un secondo bagno, inoltre, le misure minime per un bagno sono di 2 mq e in abitazioni con metrature superiori a 70 mq deve avere il lato corto di almeno 120 cm. In questo caso il locale può anche non avere le misure minime bagno: ad esempio può non esserci il bidet o possono esserci solo i sanitari senza vasca o doccia.

Larghezza minima bagno e superfici minime bagni

Il Decreto ministeriale Sanità del 5 luglio 1975 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 18 luglio 1975) disciplina la materia a livello nazionale. Il documento non indica una superficie minima per il bagno ma elenca i pezzi indispensabili. In ogni bagno devono esserci, per legge, WC, bidet, vasa da bagno o doccia e lavandino. Dunque non esistono per il bagno dimensioni minime; è necessario tuttavia controllare anche i singoli regolamenti comunali che potrebbero prevedere deroghe o eccezioni alla normativa.

Dimensionamento bagno: la vasca piccola

Nel caso di un bagno di ridotte dimensioni può essere una buona idea installare una vasca piccola con sportello, come quelle realizzate da Linea Oceano. Queste vasche si caratterizzano per essere molto funzionali ed esteticamente accattivanti, ottime per essere utilizzate anche da soggetti con ridotta mobilità. Queste vasche possono essere installate nel bagno cieco e possono essere una soluzione per chi intende rispettare le dimensioni minime bagno disabili.

Altro discorso riguarda poi i sanitari.  Se avete già un bagno, magari di vecchia costruzione, che non rispetta le dimensioni bagno disabili, potete varvi aiutare dagli ausili per il bagno. Per esempio, per chi dispone già di un igienico , è utile collocare all’interno dell’ambiente bagno un maniglione, utile per persone anziane e soggetti in sedia a rotelle.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.