Dalla nostra parte.

Ebbene sì, nonostante il periodo di crisi economica per le persone disabili è possibile richiedere interessanti contributi per l’abbattimento delle barriere architettoniche su edifici privati. Infatti la Legge n. 13 del 1989 è il principale strumento legislativo contro le barriere architettoniche in Italia.

Tale legge concede infatti contributi per interventi finalizzati al superamento delle barriere architettoniche su immobili privati già esistenti ove risiedono portatori di menomazioni o limitazioni funzionali permanenti (di carattere motorio e dei non vedenti). Purtroppo, ingiustamente, non possono accedere a questi contributi le persone residenti in case Aler o comunque di proprietà del comune.

La domanda è da presentare al proprio comune di residenza entro il 1° marzo di ogni anno ed è di facile compilazione.

Se avete in mente di eliminare le barriere architettoniche della vostra casa, non dimenticate questa concreta possibilità !

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.