Bagno disabili misure

Bagno disabili misure

Bagno per disabili: le misure

In questo articolo approfondiremo la questione delle misure bagno disabiliQuale deve essere la dimensione minima bagno disabili? Quali sanitari per disabili scegliere? Qual’è la giusta dimensione bagno disabili?

Abbiamo già parlato della legge sull’abbattimento delle barriere architettoniche, la quale impone che gli spazi frequentati da soggetti con ridotta capacità motoria o da persone in carrozzina siano idonei a permettere uno spostamento autonomo degli ausili per il movimento.

Bagno disabili misure

Il DM 236/89 non fornisce delle prescrizioni in merito alle dimensioni bagno disabili; tuttavia, sancisce delle norme per garantire la manovra e l’uso dei sanitari anche a soggetti su sedia a rotelle. A tal fine devono essere rispettati i seguenti minimi dimensionali:

  • lo spazio necessario per accostare lateralmente la sedia a rotelle alla tazza w.c. e al bidet, deve essere minimo 100 cm. misurati dall’asse del wc per disabili;
  • lo spazio che serve per accostare lateralmente la sedia a rotelle alla vasca deve essere minimo di 140 cm. La vasca, inoltre, deve avere profondità minima di 80 cm;
  •  lo spazio per accostare frontalmente sedia a ruote al lavabo deve essere minimo di 80 cm misurati dal bordo anteriore del lavabo.

Bagno disabili dimensioni minime

Relativamente alle caratteristiche e misure sanitari inoltre:

  • i lavabi devono avere il piano superiore posto a 80 cm dal pavimento ed essere sempre senza colonna con sifone preferibilmente accostati o incassati a parete;
  • i wc e i bidet dovrebbero essere preferibilmente di tipo sospeso, in particolare l’asse della tazza del wc o del bidet deve essere posta ad una distanza minima di 40 cm dalla parete laterale,  e il bordo anteriore a 45-50 cm dal calpestio;
  • qualora l’asse della tazza wc o bidet sia distante più di 40 cm dalla parete, si deve prevedere, a 40 cm dall’asse dell’apparecchio sanitario un maniglione o corrimano per consentire il trasferimento;
  • la doccia deve essere a pavimento, dotata di sedile ribaltabile e doccia a telefono. Negli alloggi di edilizia residenziale sovvenzionata deve inoltre essere prevista l’attrezzabilità con maniglioni e corrimano orizzontali e/o verticali;

Bagno disabili misure minime bagni pubblici

Nei servizi igienici dei locali aperti al pubblico è necessario prevedere e installare il corrimano in prossimità della tazza wc, posto ad altezza di 80 cm dal calpestio, e di diametro 3-4 cm. Se fissato a parete, il maniglione deve essere posto a 5 cm dalla parete stessa.

Nei casi di dimensionamento bagno è consentita la eliminazione del bidet e la sostituzione della vasca con una doccia a pavimento al fine di ottenere, anche senza modifiche sostanziali del locale, uno spazio laterale di accostamento alla tazza wc e di definire sufficienti spazi di manovra.

Negli alloggi di edilizia residenziale nei quali è previsto il requisito della visitabilità, il servizio igienico si intende accessibile se è consentito almeno il raggiungimento di una tazza wc e di un lavabo, da parte di persona su sedia a ruote.

Per raggiungimento dell’apparecchio sanitario si intende la possibilità di arrivare sino alla diretta prossimità di esso, anche senza l’accostamento laterale per la tazza w.c. e frontale per il lavabo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.