diversamente abili

L’ assistenza ai disabili è diventata superflua

Il problema maggiore in un Italia che si evolve è che spesso si dimentica dei più bisognosi, anch’essi cittadini italiani. L’assistenza ai disabili è spesso trascurata e non viene vista tra i bisogni primari.

Per i disabili italiani la famiglia è l’unico sostegno su cui possono contare. Lo Stato provvede con un riconoscimento economico e delle agevolazioni, che però troppo spesso non bastano.

Tra le regioni più virtuose troviamo il Trentino Alto Adige, mentre come è facile immaginare le regioni del sud si trovano in una situazione tutt’altro che positiva.

 

Il disabile non fa notizia quasi mai

Ancora oggi si parla troppo poco delle persone con difficoltà motorie e dell’ assistenza ai disabili. Un problema che riguarda non solo loro ma anche tutte le famiglie che si trovano a doversi far carico della gestione di un familiare che improvvisamente non è più autonomo.

I disabili sono una vera e propria “comunità invisibile”, utilizzata troppo spesso solo per fare notizia, come ad esempio quando si scoprono i “falsi invalidi”.

 

I numeri della disabilità

In Italia da una recente stima Istat la popolazione conta più di 3 milioni di persone disabili.

  • 3 milioni e 200 mila le persone con disabilità
  • 700 mila hanno meno di 65 anni
  • 2 milioni sono le persone con difficoltà nel compiere le attività quotidiane, come vestirsi, lavarsi le mani o il viso, tagliare il cibo e mangiare.
  • 1 milione e 500 mila hanno limitazioni motorie
  • 900 mila hanno limitazioni visive, comunicative o uditive
  • 1 milione 400 mila persone sono costrette a stare a letto, o su una sedia a rotelle, rimanendo confinate nella propria abitazione

 

Assistenza ai disabile sul lavoro inesistente

In molti casi i disabili hanno risorse scarse o insufficienti, tali per cui non riescono a provvedere in modo autonomo a se stessi. Non vi è assistenza ai disabili nemmeno nel mondo del lavoro.

Oltre 1/3 dei disabili che hanno conseguito una laurea poi non sono riusciti a trovare un lavoro.

I disabili sono quindi penalizzati da un punto di vista economico, i motivi sono semplici: la loro condizione di salute rende difficile disporre di un reddito proprio, e per via della loro condizione fisica necessitano di un reddito maggiore rispetto ai non disabili. Per soddisfare i bisogni basilari di un disabile è necessario un reddito quasi doppio rispetto ad una persona non disabile.

 

Linea Oceano propone un prodotto che agevola la vita delle persone con difficoltà motorie e dei familiari che giornalmente li assistono

👇🏻 👇🏻  scopri di cosa si tratta  👇🏻 👇🏻

 

vasche con sportello Linea Oceano

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.